Sin dall’approvazione della L.123/2005 la programmazione delle attività dei Servizi Igiene Alimenti Nutrizione ha previsto interventi specificamente mirati alla tutela dei soggetti affetti da celiachia.

Con Determinazione Dirigenziale della Direzione Sanità della Regione Piemonte – Settore Promozione della salute e Interventi di Prevenzione individuale e collettiva n. 213 del 07/05/09, la Regione ha inteso ampliare ed approfondire tale azione, attraverso un intervento dei SIAN mirato all’ottimizzazione della somministrazione di pasti senza glutine nelle mense delle strutture scolastiche ed ospedaliere e nelle mense delle strutture pubbliche, in ottemperanza alla Legge n. 123/2005.

Per il coordinamento del progetto è stato individuato il SIAN dell’ASL TO3, che lavora con la Direzione Sanità, l’Associazione Italiana Celiachia Piemonte e Valle d’Aosta e con i SIAN delle ASL piemontesi.

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

  • effettuazione di interventi formativi teorico-pratici collettivi sul tema della celiachia e della cucina s. g. nella ristorazione collettiva, rivolti agli operatori del settore;
  • analisi dell’adeguatezza dei requisiti strutturali e/o gestionali e dei piani di autocontrollo, perciò che riguarda nello specifico il controllo del rischio celiachia, delle cucine delle strutturescolastiche e ospedaliere e dei terminali di distribuzione dei pasti; verrà inoltre valutata la qualità dell’offerta;
  • assistenza agli operatori della ristorazione collettiva per l’ottimizzazione della preparazione e somministrazione di pasti s. g. Verranno elaborati gli strumenti necessari per l’analisi dell’adeguatezza dei requisiti strutturali e gestionali delle mense che saranno poste sotto osservazione e coadiuvate per il superamento di eventuali criticità, e per la valutazione del rischio specifico di ogni struttura.

Il progetti prevede inoltre la predispozione di materiale informativo destinato agli operatori della ristorazione collettiva, che potrà essere utilizzato nel corso degli interventi formativi collettivi ed in fase di verifica delle strutture ed assistenza agli operatori della ristorazione collettiva.

Agli operatori SIAN è rivolto un corso di formazione e aggiornamento sulla celiachia e sulle modalità di realizzazione del progetto.

Con l’occasione si prevede l’aggiornato il censimento delle cucine scolastiche e dei relativi terminali di distribuzione in cui sono serviti pasti s. g.  Sono previsti infatti circa 290 controlli (tra centri cottura, cucine ospedaliere e scolastiche, terminali di distribuzione ospedalieri e scolastici, mense dipendenti), e circa 95 corsi di formazione rivolti al personale che lavora nelle strutture sopra citate.

Corsi di formazione svolti:

  • “La celiachia: gestione del rischio nella ristorazione collettiva” rivolto ai Medici, Biologi, Tecnici della Prevenzione, Dietisti, Assistenti Sanitari, Infermieri dei SIAN della Regione Piemonte che hanno aderito al progetto regionale, tenutisi il 25 gennaio 2010, il 3  e il 15 febbraio 2011 a Torino.
  • “La celiachia: gestione del rischio nella ristorazione collettiva” rivolti al personale operante presso i servizi di ristorazione delle strutture ospedaliere, tenutosi in diverse edizioni tra luglio e dicembre 2010 presso diversi presidi Ospedalieri.

Il progetto è proseguito ed è stato potenziato nel 2012 a seguito della Determinazione n. 542 dell’8 agosto 2012; si veda qui per i dettagli.

Per ulteriori approfondimenti, consultare la sezione “Piemonte Valle d’Aosta” dei numeri di Celiachia Notizie Regioni 1/2012 (La formazione per pasti gluten free nella Regione Piemonte – Il punto sul progetto per la somministrazione nelle mense scolastiche, ospedaliere e pubbliche),  3/2012 (Nuovi incontri di formazione sulla celiachia),  01/2014 (Ristorazione collettiva) e 01/2015 (ADI, l’abstract sul pasto sicuro a scuola riceve il primo premio).