Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri  del 12 gennaio 2017 lo Stato Italiano ha approvato i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).  Il Decreto prevede il passaggio della Celiachia e della Dermatite Erpetiforme dall’elenco delle “malattie rare” a quello delle “malattie croniche” e la conseguente modifica del codice di esenzione (approfondisci qui).

Sia per la Celiachia che per la Dermatite Erpetiforme il nuovo codice è 059.

In applicazione alla citata normativa, a seguito di indicazioni da parte della Regione Piemonte, le strutture sanitarie ed i Medici di Medicina Generale stanno in questi giorni aggiornando i propri software con i nuovi codici; la fase di aggiornamento potrebbe comportare qualche disagio, ma si precisa che secondo le disposizioni regionali:

– i Medici di Medicina Generale possono utilizzare nelle prescrizioni fin da ora il codice 059; qualora il sistema informatico non sia ancora aggiornato per la prescrizione della ricetta dematerializzata, il medico può indicare manualmente il codice su una “ricetta rossa”;

– i centri che erogano la prestazione sanitaria devono accettare le prescrizioni sia con i vecchi che con i nuovi codici (spesso le prestazioni sono state prescritte e/o prenotate quando il nuovo codice non era ancora vigente);

–  le ASL dovranno contattare gli assistiti celiaci al fine di consegnare o trasmettere il certificato di esenzione aggiornato.

Inoltre, con riferimento alle tipologie di esami e prestazioni in esenzione si informa che ad oggi spetta al Medico la valutazione di quali siano le prestazioni sanitarie appropriate (che saranno in esenzione) per il monitoraggio della malattia, delle sue complicanze e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti; in particolare, a meno che non sia stato predisposto o richiesto dagli stessi medici – per motivi pratici – all’interno dei software utilizzati, non è stato identificato un elenco di esami “in esenzione” predefinito.

Coloro che dovessero incontrare difficoltà presso i propri medici e/o strutture erogatrici di prestazioni sanitarie possono segnalarlo all’URP dell’ASL territorialmente competente e per cc al nostro indirizzo segreteria@aicpiemonte.it.

[QUI trovate i riferimenti degli URP di tutte le ASL del Piemonte]

Le segnalazioni saranno, inoltre, condivise con i settori regionali competenti al fine di poter assicurare una pronta risoluzione delle eventuali problematiche.