Erogazione buoni mensili

Coloro che hanno ricevuto la diagnosi di celiachia da un Centro diagnosi accreditato hanno diritto a buoni mensili per l’acquisto di prodotti dietetici senza glutine (cd. “erogabili”).

Con Decreto ministeriale, il 1° luglio 1982 i celiaci ottennero, dietro richiesta di AIC, la gratuità degli alimenti. Gratuità confermata dal Decreto Veronesi  (Decreto del Ministero della Sanità, 8 giugno 2001) e riconfermata, con veste di “diritto”, dalla Legge 123/2005 che all’art. 4 dichiara che “ai soggetti affetti da celiachia è riconosciuto il diritto all’erogazione gratuita dei prodotti dietoterapeutici senza glutine”. L’erogazione gratutita rientra all’interno dei tetti di spesa stabiliti dal Decreto del Ministero della Salute del 04/05/2006, modificabili dalle singole regioni.

I prodotti dietetici erogabili gratuitamente a fronte dei buoni mensili sono quelli elencati sul Registro Nazionale del Ministero della Salute concernente l’Assistenza Sanitaria integrativa relativa ai prodotti destinati ad una alimentazione particolare (di cui all’art. 7 del DM 8 giugno 2001). Tale elenco è disponibile, nei suoi aggiornamenti periodici sul sito del Ministero della Salute.

Piemonte

Dopo la diagnosi di celiachia ricevuta da un Centro di diagnosi accreditato, occorre recarsi all’Ufficio Assistenza Integrativa e Protesica dell’ASL di compenza  per ottenere l’erogazione dei buoni mensili (consegnati per l’intero anno).

Importi e modalità

In Piemonte i tetti di spesa sono i seguenti, indipendenti dal sesso:

  • da 6 mesi a 1 anno: € 45 IVA esclusa
  • fino a 3,5 anni: € 62 IVA esclusa
  • fino a 10 anni: € 94 IVA esclusa
  • età adulta: € 120 IVA esclusa

Possono essere spesi nelle farmacie, nei negozi specializzati convenzionati e nella GDO (al momento solo presso la Coop). Qui trovi un elenco di punti vendita.


Normativa
Le norme di riferimento per il Piemonte sono le seguenti:

  • D.G.R. n. 7-5661 del 10 aprile 2007 (con la quale sono stati stabiliti i tetti di spesa)
  • D.G.R n. 7-6807 del 10 settembre 2007 (con la quale è stato previsto l’utilizzo del buono anche presso GDO e la suddivisione del tetto di spesa mensile in quattro parti di egual valore)
  • Circolare esplicativa della Direzione Sanità – Settore Organizzazione dei Servizi Sanitari Ospedalieri e Territoriali del 13 aprile 2015

 

Regione Autonoma Valle d’Aosta

Novità: il 16/12/2016 la Giunta Regionale con del. n. 1775 ha approvato alcune modifiche alle modalità di dispensazione dei prodotti senza glutine, che entreranno in vigore dal 1° maggio 2017.

Fino all’entrata in vigore delle nuove modalità, rimangono valide le indicazioni seguenti.

A seguito di diagnosi di Celiachia ricevuta da un Centro di diagnosi accreditato, i celiaci  devono recarsi mensilmente dal proprio medico di medicina generale per ottenere la prescrizione degli alimenti sul ricettario standard (“ricetta rossa”).

Importi e modalità
In Valle d’Aosta i tetti di spesa sono i seguenti:

  • 142,23 € , indipendentemente dall’età, fermi restando i quantitativi erogabili per fasce:
    • quantità massima pari a gr 13.500 per i celiaci di età maggiore di 18 anni;
    • quantità massima come da seguente tabella per i celiaci di età inferiore ai 18 anni:tabella fasce VdA

La ricetta è spendibile solo nel canale farmaceutico, fino al raggiungimento del tetto massimo mensile stabilito dalla Regione. La ricetta non è spendibile nella GDO.

Normativa
Le norme di riferimento per la Valle d’Aosta sono le seguenti:

Esenzioni per patologia

Normativa nazionale

Nel 2011, con Decreto del Ministero della Sanità n. 279 la Celiachia e la forma cutanea della Celiachia (Dermatite Erpetiforme) vengono inserite nell’elenco della malattie rare (vedere Allegato 1 al DM).

Sono quindi esenti da ticket le prestazioni sanitarie che il Medico di Medicina Generale o il Centro di diagnosi reputano appropriate per il monitoraggio della malattia, delle sue complicanze e per la prevenzione di eventuali aggravamenti (es. esenzione per gastrocopia, densitometrai ossea, esami per la tiroide, etc).

Codici di esenzione
Malattia Celiaca: RI0060
Dermatite Erpetiforme:  RL0020
(le persone affette da Dermatite Erpetiforme hanno di fatto due codici di esenzione ma è sufficiente indicarne uno solo)
Rete Interregionale del Piemonte e della Valle d’Aosta per le malattie rare sito web: www.malattierarepiemonte.it

I parenti di 1° grado possono usufruire di esenzione ticket solo per l’esame genetico (ricerca HLA DQ2 e DQ8) e previa indicazione del Medico di Medicina Generale o Centro di diagnosi; gli altri esami per giungere ad una diagnosi non sono esenti da ticket.